Hai finalmente deciso di creare il tuo sito web e sei pronto a farlo, ma non sai da dove cominciare? Non preoccuparti, non sei solo. La scelta del miglior CMS (sistema di gestione dei contenuti) può essere una sfida, soprattutto se non sei un esperto di tecnologia e informatica.

Fortunatamente, ci sono diverse opzioni disponibili sul mercato e con questo articolo, ti aiuterò a capire quali sono i pro e i contro di ognuno di essi, in modo da poter prendere una decisione informata su quale CMS scegliere per la realizzazione del tuo sito web.

In un altro articolo ti ho già spiegato perché dovresti scegliere un CMS per la creazione del tuo sito. Qui vediamo quale scegliere tra i migliori disponibili sul mercato.

Il primo passo per scegliere il miglior CMS: capire le tue esigenze

Il primo passo nella scelta del migliore CMS è capire quali sono le tue esigenze. Qual è lo scopo del tuo sito web? Si tratta di un sito personale, un blog, un sito aziendale o un sito e-commerce?

Questa è una domanda importante, poiché alcuni CMS sono meglio adatti per determinati tipi di siti web. Ad esempio, WordPress è un’ottima scelta per i blog e i siti personali, mentre Magento e Shopify sono entrambi ottimi per i siti e-commerce. La scelta del miglior CMS parte da qui: dall’analisi di ciò che ti serve per raggiungere il tuo obiettivo.

Funzionalità e opzioni: cosa offre ogni CMS?

Una volta che hai capito quali sono le tue esigenze, è importante considerare le funzionalità e le opzioni disponibili per ogni CMS. Ad esempio, WordPress è noto per la sua vasta gamma di plugin e temi disponibili, mentre Shopify offre una vasta gamma di opzioni di pagamento integrate. Inoltre, è importante considerare la facilità d’uso del CMS, soprattutto se non sei un esperto di tecnologia e stai provando a creare da solo un sito (buona fortuna!).

Tra i migliori CMS disponibili sul mercato, troviamo WordPress, Joomla, Prestashop, Magento fino ad arrivare a soluzioni di semplice utilizzo come Wix e Shopify. Ma ognuno di questi CMS ha delle peculiarità, che ora proverò a spiegarti.

wordpress miglior cmsWix: la scelta dei meno esperti

Parlando di semplicità e facilità d’uso, una delle opzioni più semplici da usare è Wix, che permette di creare il tuo sito web senza alcuna conoscenza di codifica. Siamo tutti d’accordo che a volte, la vita è troppo corta per imparare a programmare, e Wix è la soluzione perfetta (gratis nella versione base) per chi vuole avere un sito web senza dover passare ore e ore a guardare tutorial su YouTube.

Wix è una soluzione “entry-level“, ideale per chi vuole testare e smanettare su un sito senza averlo mai fatto prima. Siamo tutti stati lì, vogliamo avere un sito web ma non sappiamo da dove cominciare. E allora, perché non iniziare con qualcosa di semplice? Wix è come un giocattolo per adulti, ti permette di divertirti senza dover imparare un sacco di cose nuove.

E poi, una volta che ci prendi gusto, potrai sempre decidere di passare ad una soluzione più avanzata. Tuttavia, se desideri un maggiore controllo sulla progettazione e sulla funzionalità del tuo sito, allora una soluzione come WordPress potrebbe essere una scelta migliore. WordPress è un po’ come il Lego per adulti, ti permette di creare qualsiasi cosa tu voglia, ma ovviamente ci vuole un po’ più di esperienza per utilizzarlo.

Insomma, la scelta del miglior CMS dipende dalle tue esigenze e dalle tue abilità. Se vuoi solo testare le acque, Wix è la scelta giusta, ma se vuoi avere un maggiore controllo sulla progettazione e sulla funzionalità del tuo sito, allora WordPress è la scelta migliore. E poi, non dimentichiamo che ci sono anche altre opzioni disponibili, quindi non limitarti a queste due, esplora e vedi cosa fa per te.

wixShopify, Magento e Prestashop: i migliori CMS per e-commerce

D’altra parte, se vuoi creare un sito e-commerce, allora Shopify o Magento potrebbero essere le opzioni migliori. Entrambi offrono funzionalità come il carrello della spesa e l’integrazione con i gateway di pagamento, rendendo facile per i tuoi clienti effettuare acquisti sul tuo sito. Inoltre, entrambi offrono opzioni di personalizzazione avanzate per adattarsi alle esigenze specifiche del tuo negozio online.

Il mio preferito resta però Prestashop. Una soluzione dalle potenzialità incredibili, inizialmente complicato da usare ma in realtà ricco di funzioni native per chi vuole vendere online. Si tratta a mio avviso della scelta ideale per chi ha una piccola/media impresa.

In un articolo ti ho parlato della differenza tra Prestashop e Virtuemart (la soluzione e-commerce di Joomla) spiegandoti perché Prestashop non ha rivali.

Joomla e Drupal: i CMS per i siti aziendali

Se stai creando un sito aziendale, allora Joomla o Drupal potrebbero essere le opzioni migliori. Entrambi CMS Open Source (ossia, come WordPress, scritti in un linguaggio che può essere modificato a piacimento, per lo più gratuito) offrono un’ampia gamma di opzioni di gestione dei contenuti e di personalizzazione, insieme ad una vasta gamma di componenti e moduli per estendere le funzionalità del tuo sito.

Joomla in particolare sta facendo dei passi avanti e si posiziona bene nella mia personale classifica del miglior CMS. La versione Joomla 4 ha portato un notevole salto di qualità, e sebbene sia ancora dietro a WordPress, potrebbe guadagnare terreno per alcuni motivi.

Joomla infatti offre delle funzioni native (ad esempio: il multilingua! Fondamentale per chi vuole un sito in più di una lingua) che invece WordPress ha solo con un plugin commerciale (ne esistono alcuni gratuiti, ma non li consiglio).

Insomma, per i siti aziendali, Joomla e Drupal vanno non bene, benissimo!

Il futuro è Headless: Ghost e Statamic

L’utilizzo di un CMS headless come Ghost o Statamic potrebbe essere una scelta vantaggiosa per chi vuole essere all’avanguardia della tecnologia e avere maggiore flessibilità nella creazione del proprio sito web.

Ma cos’è un CMS headless esattamente? In breve, si tratta di un sistema di gestione dei contenuti che permette di separare la gestione dei contenuti dalla presentazione. In altre parole, il CMS headless gestisce solo la parte “testa” del sito, ovvero la gestione dei contenuti, mentre la parte “corpo” del sito, ovvero la presentazione dei contenuti, è gestita da un’altra piattaforma o framework.

Questo significa che con un CMS headless, si ha la possibilità di utilizzare qualsiasi piattaforma o framework per creare il design del proprio sito, senza essere vincolati alle opzioni disponibili all’interno del CMS stesso. Ciò consente una maggiore flessibilità e creatività nella progettazione del proprio sito, oltre ad una maggiore scalabilità e flessibilità nella gestione dei contenuti.

Inoltre, l’utilizzo di un CMS headless può consentire di creare esperienze utente multicanale, come ad esempio applicazioni mobile o chatbot, che possono utilizzare i contenuti gestiti dal CMS headless.

Alcuni esempi di CMS headless sono Ghost e Statamic. Ghost è una piattaforma di blogging open source che si concentra sulla semplicità e sull’esperienza utente. Statamic, invece, è un CMS headless a pagamento che offre funzionalità avanzate per la gestione dei contenuti.

È importante notare che l’utilizzo di un CMS headless richiede una maggiore conoscenza tecnologica rispetto ad altre opzioni di gestione dei contenuti, poiché richiede l’utilizzo di una piattaforma o framework per la presentazione dei contenuti. Tuttavia, se sei disposto ad investire tempo e risorse per imparare a utilizzare queste tecnologie, potresti trovare che i benefici sono ben vale la pena.

In conclusione, l’utilizzo di un CMS headless come Ghost o Statamic potrebbe essere una scelta vantaggiosa per chi vuole essere all’avanguardia della tecnologia e avere maggiore flessibilità nella creazione del proprio sito web. Anche se queste tecnologie sono ancora poco utilizzate al momento, potrebbero avere una grande diffusione in futuro.

Conclusione: la scelta del miglior CMS dipende da te

In conclusione, la scelta del miglior CMS dipende dalle tue esigenze specifiche e dalle tue competenze tecniche. Se sei un principiante, allora Wix potrebbe essere la scelta migliore per te. Se stai creando un sito e-commerce, allora Prestashop, Shopify o Magento potrebbero essere le opzioni migliori. Se stai creando un sito aziendale, allora WordPress, Joomla o Drupal potrebbero essere le opzioni migliori.

E se vuoi essere all’avanguardia della tecnologia, allora Ghost o Statamic potrebbero essere le opzioni migliori. In ogni caso, ti consiglio di esplorare le opzioni disponibili e di fare una valutazione di quale scegliere, e non dimenticare di divertirti durante questo processo.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]

Ricevi i miei post prima di tutti

In tanti hanno già deciso di restare in contatto con me...vuoi unirti a loro?

Grazie, ti sei iscritto e riceverai i miei post prima degli altri!

Ops, qualcosa non quadra...