Il sito web è il fulcro di ogni strategia di marketing.

Perché allora non passare un po’ di tempo a cercare di capirne di più sulla tecnologia con cui è sviluppato?

Se hai un sito (o stai pensando di crearne uno) devi sapere che esistono due metodi per farlo:

  1. Creare un sito web statico
  2. Creare un sito web dinamico con un CMS

Ok, starai pensando: ma che cos’è un CMS? E quali sono le differenze tra queste due opzioni?

Iniziamo dalle basi.

Che cos’è un CMS?

CMS significa Content Management System, ossia Sistema di gestione dei contenuti.

Proprio come suggerisce il nome, è un software che consente di

  • creare e gestire i contenuti del tuo sito
  • modificare i contenuti facilmente, senza dover conoscere HTML, CSS o altri linguaggi di programmazione
  • accedere al sistema anche a più persone contemporaneamente, per collaborare all’aggiornamento del sito stesso

Non si tratta solo di risparmiare tempo e denaro (un sito realizzato con un CMS open source è di gran lunga più economico di un sito realizzato in maniera diversa), ma anche e soprattutto di vantaggi per chi deve gestire il sito.

In effetti, la creazione di un sito web con un CMS può rappresentare uno degli investimenti più vantaggiosi per la presenza online della tua attività.

Sul mercato esistono diversi CMS. Vediamo brevemente i più popolari.

WordPress

WordPress è utilizzato da oltre il 30% dei siti sul Web, inclusi siti come The New Yorker, BBC America, Forbes e The New York Times.

Offre una facilità senza pari quando si tratta non solo di gestire un sito, ma anche di creare pagine professionali e coinvolgenti, il tutto a un prezzo accessibile o addirittura gratuito.

È affidabile e flessibile, offrendo prestazioni eccezionali a te e ai visitatori del tuo sito.

Joomla!

Assistenza sito Joomla

Joomla! è il secondo CMS più usato al mondo, dopo WordPress.

È anch’esso un CMS open-source, e ti consente di creare potenti pagine web senza dover conoscere il codice.

Può apparire più ostico di WordPress, ma ti assicuro che la sua flessibilità e l’utilizzo che se ne può fare è davvero senza limiti.

Drupal

Drupal Logo

Drupal offre tutti i vantaggi di un normale CMS.

Si dice che sia più complesso di WordPress o Joomla, perché è stato creato da sviluppatori per gli sviluppatori.

Questo lo rende però ancor più potente dei due precedenti.

5 motivi per utilizzare un sistema di gestione dei contenuti (CMS)

Quindi, cosa offre un sistema di gestione dei contenuti rispetto ad altre opzioni per la creazione di un sito? Ottima domanda!

1. Nessuna esperienza di programmazione? Nessun problema!

I CMS come WordPress o Joomla sono stati creati per utenti con poca o nessuna esperienza di programmazione.

Leggi anche:  La storia (vera) di un sito web creato da una nota azienda...

Una volta che il tuo sito è stato sviluppato (da un professionista del web design…), la gestione dei contenuti è semplice e facile da imparare.

I tuoi contenuti, come le immagini o gli articoli di testo, possono essere facilmente inseriti e caricati su pagine specifiche, grazie a potenti editor molto simili a Microsoft Word, l’editor più usato al mondo (e quindi sicuramente anche da te).

2. Semplicità di accesso e collaborazione

I CMS consentono a più persone non solo di avere accesso al sito, ma anche di collaborare facilmente per la creazione e la modifica dei suoi contenuti.

Utilizzando account a cui vengono attribuiti vari livelli di accesso, più persone possono aggiungere, modificare o aggiornare il contenuto del sito direttamente dai propri computer o dispositivi.

Ancora meglio, i sistemi di gestione dei contenuti sono molto convenienti per chi ha necessità di modificare un sito mentre è in viaggio o non è in ufficio.

È possibile accedere al backend del sito web da qualsiasi luogo. Tutto ciò che serve è un dispositivo e una connessione Internet.

3. Strumenti SEO e plugin avanzati

I sistemi di gestione dei contenuti offrono una serie di plugin e strumenti che possono aiutare il tuo sito a classificarsi meglio nei principali motori di ricerca.

Ciò non significa che dovresti sbarazzarti del tuo team di marketing online, tutt’altro!

Ma questi strumenti possono aiutarti a implementare una strategia SEO nel tentativo di aumentare il traffico.

Alcuni plugin di WordPress contengono al loro interno tutte le opzioni richieste per una corretta ottimizzazione: titoli, meta descrizioni, tag alt e tutti gli altri elementi necessari per ottimizzare al meglio il tuo sito per Google.

Questi plugin ti avvisano anche quando alcuni di questi elementi non vengono settati correttamente.

Inoltre, questi plugin vengono aggiornati regolarmente per adattarsi a eventuali modifiche dell’algoritmo di Google.

In sostanza, i CMS, in particolare WordPress, consentono di ottimizzare facilmente il sito per i motori di ricerca utilizzando plugin e strumenti intuitivi direttamente all’interno dell’interfaccia stessa.

4. Sicurezza

Nel mondo di oggi, l’ultima cosa che si spera di affrontare è un sito violato.

Specialmente se parliamo di siti e-commerce.

I siti web possono essere particolarmente vulnerabili e sono spesso presi di mira dagli hacker, per rubare dati e altre informazioni personali.

Studente al PC che codifica

I CMS non fanno eccezione: il solo fatto di esistere, rende un sito web passibile di un attacco di qualche tipo. Non farti ingannare dalle dimensioni del sito o dalle sue finalità: anzi, spesso sono proprio i siti web più “piccoli” ad essere presi di mira. Perché sono considerati più vulnerabili, più a rischio, più facili da “bucare”.

Tuttavia, la buona notizia è che i sistemi di gestione dei contenuti sono costantemente testati da una nutrita community di sviluppatori e informatici nel tentativo di proteggere gli utenti da qualsiasi potenziale minaccia per la sicurezza.

Periodicamente vengono rilasciati aggiornamenti del software, che vanno a correggere bug e falle nella sicurezza.

Leggi anche:  Motor Team Officina

Ecco perché è meglio usare un CMS ed è meglio che sia sempre aggiornato.

5. Costi contenuti

La manutenzione del sito web può essere una spesa importante se si dispone di un sito statico.

È necessario chiamare un web designer o uno sviluppatore per apportare modifiche frequenti, di qualsiasi cosa si tratti.

Non solo fa lievitare i costi, ma probabilmente dovrai aspettare qualche giorno per vedere gli aggiornamenti effettivi.

Investire in un CMS può farti risparmiare tempo e denaro. Con un sistema di gestione dei contenuti, non è più necessario affidarsi a uno sviluppatore per apportare modifiche comuni.

Puoi apportare immediatamente queste modifiche da solo quando ne hai bisogno.

Personalmente quando creo un sito web fornisco al mio cliente tutte le informazioni per effettuare le modifiche standard in modo autonomo, a meno che lui non abbia altre necessità.

Questo significa dare al cliente la possibilità di intervenire sul sito per tutte quelle attività che sono considerate “di routine“, come l’inserimento di un articolo nel blog.

È logico che sarà sempre necessaria la collaborazione con un professionista del web: ma è positivo che il proprietario venga coinvolto nelle attività.

Chi meglio di lui conosce l’importanza del tempismo nella comunicazione della sua azienda?

I CMS semplificano la gestione dei siti web

Utilizzando un CMS come piattaforma per il tuo sito web incontrerai una serie di vantaggi.

  • archiviano tutti i contenuti in un unico spazio
  • supportano la collaborazione di più persone senza sforzi
  • aiutano a creare pagine web dinamiche
  • consentono aggiornamenti rapidi e veloci
  • offrono pratici plugin e strumenti per rendere il tuo sito più efficace e sicuro
  • ti fanno risparmiare tempo e denaro

Ricorda: il tuo sito può essere incredibilmente facile da gestire, più efficace e  significativamente meno costoso, se realizzato con un CMS.

Non hai bisogno di ulteriore stress, né di sprecare tempo e denaro ulteriormente…

Quale CMS usa il mio sito?

Se hai un sito web e non sai con quale tecnologia è stato sviluppato, puoi facilmente verificarlo da solo.

Esiste un tool online semplice e veloce che permette di scovare il CMS utilizzato per la creazione di un sito.

Ti basta cliccare qui: https://whatcms.org

Inserisci l’indirizzo nella barra di ricerca: dopo alcuni secondi, con ogni probabilità potrai vedere il CMS usato nella realizzazione del sito.

Se non riceverai alcun messaggio, è molto probabile che il tuo sito non sia stato realizzato con un CMS, oppure (ma è abbastanza raro) che l’algoritmo del servizio non sia riuscito a capirlo.

Puoi inoltre usare questo servizio come faccio io, cioè per scovare quali dei più popolari siti al mondo siano stati realizzati con un CMS: scoprirai ad esempio che il sito della S.S. Lazio è stato fatto con Joomla!, quello del governo australiano con Drupal e quello della Sony con WordPress.

Se lo hanno fatto, perché non seguire il loro esempio?