Sicuramente saprai già come funziona LinkedIn. O forse no. Se lo ritieni una sorta di “versione noiosa di Facebook”, ti dico subito che sei fuori strada. Su LinkedIn cercare lavoro può essere davvero la svolta della tua carriera.

Questa piattaforma offre davvero molte opportunità, e in questo post provo a darti dei consigli utili per trovare lavoro con LinkedIn, sfruttando al massimo le sue funzioni.

LinkedIn cercare lavoro: da dove iniziare

Con oltre 600 milioni di iscritti (e il numero è destinato a salire), LinkedIn offre molte cose che lo rendono unico nel panorama digitale: tra tutti i social, è il più “network di tutti” 🙂

Il 44% degli utenti di LinkedIn ha una retribuzione di circa $ 75.000 l’anno ed è stato dimostrato che il 41% dei milionari usa LinkedIn.

Questo lo rende il posto giusto se stai cercando di far crescere un’azienda o trovare opportunità di carriera di alta qualità.

Ma come utilizzare LinkedIn per cercare lavoro? Da dove partire?

Sicuramente, esistono alcune tecniche e piccole regole di base che possono aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo.

Di sicuro, prima di partire, la cosa migliore è ottimizzare il profilo. Molto spesso si vedono profili che non hanno nulla da invidiare a quelli dei peggiori fake sulla rete: account senza foto, mancanza di maiuscole, errori di ortografia…insomma, su Linkedin cercare lavoro è qualcosa che non può essere preso tanto alla leggera.

Vediamo quindi quali sono le regole per ottimizzare un profilo LinkedIn.

Creare profilo LinkedIn che spacca

Come usare LinkedIn? In prima battuta può sembrare facile (e in effetti lo è, se ci si limita ad utilizzarlo come un semplicissimo social network): basta iscriversi con un indirizzo e-mail valido e in pochi secondi è possibile creare un profilo.

Ma se vuoi utilizzare LinkedIn come vera risorsa per trovare lavoro, ci sono alcuni suggerimenti su come creare un profilo interessante e completo che ti faccia spiccare rispetto alla massa di profili “dormienti” o incompleti.

Scegli un avatar professionale

LinkedIn non è Facebook.

linkedin cercare lavoro

Se su Facebook vanno bene avatar “leggeri”, come foto al mare, foto con il gatto, foto mentre ti lanci con il paracadute…su LinkedIn ti consiglio di utilizzare un’immagine professionale.

L’importante nella scelta dell’avatar per LinkedIn è:

  • Inserire una tua foto dove si vede bene il tuo volto, magari in primo piano o di tre quarti
  • Utilizzare uno sfondo neutro, con colori piatti o del tutto bianco
  • Sorridere leggermente, come se stessi facendo una foto da inserire nel curriculum (in parte è così)
  • Evitare, come detto, immagini non tue – o dove non sei in posa professionale

L’avatar è un elemento strategico importante, è tra le prime informazioni che un recruiter vede quando incontra il tuo profilo. Meglio fare una buona prima impressione!

Inserisci le tue esperienze lavorative

Una parte importante del profilo LinkedIn è quella riservata alle esperienze lavorative.

LinkedIn ti consente di elencare tutte le tue esperienze, inserendo la data e altre informazioni: puoi infatti corredare ogni esperienza con link, immagini (molto utili per mostrare visivamente quello che hai fatto) ma anche una parte testuale dove puoi (anzi, devi) riassumere in maniera chiara ed esaustiva la tua esperienza.

Un consiglio è quello di includere, nella parte dedicata, anche tutte le esperienze di volontariato che hai fatto nella tua vita: un ottimo modo per mostrare ai recruiter che sei impegnato anche nel sociale, mostrare le tematiche a cui sei sensibile e comunicare che sei anche in grado di dare prima di ricevere.

volontariato linkedin

Io, ad esempio, dono spontaneamente parte delle mie entrate ad Oxfam Italia, associazione non-profit che si batte per la lotta alla povertà.

Il 43% dei recruiter valuta molto positivamente le esperienze di volontariato rispetto a quelle professionali: un buon modo per ottenere quel lavoro che stai cercando.

Sommario Linkedin, cosa scrivere?

Il “sommario Linkedin” è quella breve frase che trovi nella parte superiore del tuo profilo LinkedIn, appena sotto la tua foto, e che viene mostrata anche nel feed principale, accompagnando l’autore del post o della condivisione.

È uno spazio di massimo 220 caratteri in cui ti definisci, dando una primissima e veloce fotografia della tua vita professionale (o del tuo scopo su Linkedin).

Attenzione! Non confondere il sommario con il riepilogo. Il primo è costituito da una breve frase, il secondo consente di essere discorsivo, di scrivere un vero e proprio testo (ne parleremo in seguito).

Non sei sicuro di cosa scrivere? Pensi che non valga la pena perderci tempo? Qualunque sia la scusa che ti stai raccontando, ripensaci.

La scrittura del sommario del tuo profilo LinkedIn deve essere in cima all’elenco delle cose da fare.

Devi essere preciso, conciso, chiaro. La persona che legge deve poter subito associare il tuo nome al tuo sommario.

Io ne ho scelto uno molto breve: mi definisco “Digital Creator” e ho messo in evidenza l’hashtag che caratterizza tutti i miei post sui social, ovvero #ConnectedCreativity

sommario LinkedIn

In generale ti consiglio di inserire la tua professione attuale, o l’ultima posizione ricoperta, oppure (se stai cercando lavoro) inserire una frase che faccia subito comprendere che sei alla ricerca di nuove opportunità professionali.

Ottimizza il riepilogo in formato narrativo

Il riepilogo del tuo profilo è molto importante.

È la sezione che ti permette di scrivere con il tuo tono di voce, in forma narrativa, come se ti stessi presentando ai tuoi contatti.

Non parlare quindi in terza persona, ma presentati in modo diretto e spontaneo.

Ricordati che devi essere chiaro e sintetico nel comunicare:

  • Cosa sai fare
  • Come lo fai
  • Perché sai farlo meglio degli altri
  • Qual è il tuo obiettivo

Aggiorna le tue competenze

Per trovare lavoro con LinkedIn, devi comunicare ai selezionatori e ai recruiters cosa sai fare. La sezione competenze di LinkedIn è l’ideale non solo per mostrare un elenco di quelle che sono le tue capacità e caratteristiche, ma anche per ricevere conferme da parte di altri contatti (magari che ti conoscono o hanno lavorato con te in passato).

La scelta delle competenze deve essere fatta in maniera selezionata e accurata, perché dovrai inserire quelle competenze che ti mettono in risalto.

competenze linkedin

Nell’esempio che vedi qui sopra, ho inserito alcune delle mie competenze: sono state confermate da colleghi ed esperti del settore (inoltre, per le competenze più tecniche, LinkedIn permette di completare un mini-test che verifichi la tua competenza).

Ricevere conferme da parte di esperti del settore è un ottimo modo per confermare, agli occhi del recruiter, le tue abilità.

Vediamo ora come trovare lavoro su Linkedin.

Trovare lavoro con LinkedIn

Rendi pubblico il tuo profilo LinkedIn

Una delle prime cose da fare è accertarsi che il proprio profilo LinkedIn sia pubblico e accessibile a tutti.

Clicca sull’icona TU (dove c’è il tuo avatar) nella barra di navigazione in alto. Accedi al menu a discesa e seleziona “Privacy e impostazioni”.

profilo pubblico linkedinUna volta che sei nella scheda della privacy potrai cambiare le impostazioni permettendo a tutti di visualizzare il tuo profilo LinkedIn. Questo è molto importante dal momento che un profilo limitato o non visibile riduce di molto le tue possibilità di trovare lavoro con LinkedIn.

Per mostrare a reclutatori e selezionatori che sei attivamente alla ricerca di lavoro, una parte FONDAMENTALE delle impostazioni privacy è quella relativa al paragrafo “PREFERENZE PER LA RICERCA DI LAVORO”.

preferenze ricerca lavoro linkedin

Cambiando le impostazioni che vedi qui sopra, potrai mostrare ai recruiters che sei alla ricerca di lavoro, permettendogli tra l’altro di contattarti e di apparire nelle ricerche che corrispondono ai tuoi interessi di carriera.

Naturalmente questo articolo è rivolto alle persone che desiderano aumentare la propria visibilità online, detto ciò se si preferisce limitare la propria visibilità è consigliabile disattivare il pulsante di visibilità del profilo pubblico.

Ottieni connessioni e aumenta i tuoi contatti

Su LinkedIn sono fondamentali le connessioni: più ne hai, maggiori sono le tue possibilità di trovare la giusta opportunità di lavoro e di carriera.

Il mio suggerimento è iniziare a collegarti subito con le persone che già conosci, per poi passare a persone che non hai incontrato di persona ma con cui hai qualcosa in comune. Sarà LinkedIn a suggerirti persone che potresti conoscere.

Puoi anche cercare ex alunni, persone con cui sei andato a scuola, oppure ex colleghi. La funzione di ricerca di LinkedIn ti permette di ricercare persone utilizzando nome e cognome, oppure l’azienda per cui lavorano, oppure ancora per ruolo che ricoprono.

ricerca linkedinLa mia raccomandazione è di mettersi in contatto con quante più persone possibile.

Uno degli errori più comuni è cercare profili su LinkedIn e chiedere la connessione senza personalizzare il messaggio: a nessuno fa piacere ricevere una richiesta di connessione da uno sconosciuto. Non è un bel modo di iniziare una connessione.

Ricordati di includere un messaggio personalizzato. Per inviare un messaggio personalizzato a quella persona, dovrai visitare il suo profilo e cliccare sul pulsante “Collegati”. A quel punto si aprirà una finestra che ti chiederà di aggiungere un invito.

collegati linkedin nota

Assicurati di comunicare il motivo per cui vuoi collegarti con quella persona. Bastano un paio di righe di circostanza e un saluto.

Utilizza LinkedIn Jobs

Nella parte superiore della finestra di LinkedIn noterai una voce “Lavoro”.

linkedin jobs lavoro

Questa è una parte molto importante che puoi utilizzare in più modi.

Cliccando su quella voce, si aprirà una sezione davvero cruciale per tutti quelli che usano LinkedIn per trovare lavoro.

Un elenco di posizioni aperte comparirà nella pagina: sono quelle posizioni automaticamente selezionate da LinkedIn in base alle preferenze che hai settato nel tuo profilo. Di qui l’importanza della creazione di un profilo che sia perfettamente allineato con il ruolo che stai cercando.

La funzione LinkedIn Lavoro (o in inglese LinkedIn Jobs) permette anche di collegarsi con le singole aziende: scorrendo la pagina in basso, infatti, troverai una serie di aziende consigliate per te.

Quindi puoi scegliere se candidarti per una specifica posizione oppure collegarti direttamente con l’azienda.

Un altro modo efficare per trovare lavoro su LinkedIn è utilizzare la funzione di ricerca.

ricerca lavoro linkedin

Un motore di ricerca potentissimo e ricco di opportunità di carriera che puoi utilizzare per trovare la posizione lavorativa che cerchi: basta inserire le parole chiave e la località. Il sistema ti mostrerà offerte di lavoro in linea con le tue richieste.

Salva o invia la tua candidatura su LinkedIn

Una volta effettuata la ricerca della posizione lavorativa, il mio consiglio è quello di leggere bene le sue caratteristiche prima di candidarti.

Entra quindi nella scheda della posizione offerta e leggi attentamente cosa richiedono, in particolar modo valuta se le skills richieste sono in linea con le tue.

Inoltre, ogni posizione è corredata di link al profilo dell’azienda e/o della persona che l’ha pubblicata.

Una funzione molto interessante è la cosiddetta “Candidatura Semplice”, una funzione che ti permette di candidarti in modo facile e veloce allegando un tuo CV e condividendo le informazioni già presenti nel tuo profilo.

Qui sotto vedi un esempio di azienda che ha scelto di utilizzare questa funzione:

candidatura linkedinBasta cliccare quel pulsante per candidarsi in pochi secondi.

Ricorda, infine, che puoi salvare le posizioni alle quali sei interessato per una successiva valutazione e una futura candidatura.

Segui le persone giuste (recruiters su tutti)

Una delle cose migliori che puoi fare per la tua ricerca di lavoro è tenere traccia delle posizioni richieste e quindi restare in contatto con il responsabile delle assunzioni o reclutatore.

Se nella scheda dell’offerta di lavoro c’è anche l’indicazione della persona che l’ha inserita, puoi decidere di restare in contatto con lui per fargli sapere del tuo interesse. Nel caso non ci fosse il profilo di una persona, bensì un profilo aziendale, dovrai scavare un po’ di più e in questo la funzione di ricerca può aiutarti.

Il consiglio è lo stesso indicato più in alto, ovvero personalizzare il messaggio prima di richiedere un collegamento. In questo caso non dimenticarti di fargli sapere la posizione per la quale intendi candidarti (puoi approfittarne per fare qualche domanda aggiuntiva).

Su LinkedIn puoi seguire non solo le persone, ma anche le aziende. Nel caso fossi interessato ad una posizione, segui non solo il recruiter ma anche l’azienda.

Qui voglio darti un suggerimento bonus: dai un’occhiata ai post che l’azienda ha pubblicato. Potresti decidere di commentare e condividere i loro post: in questo modo, entrerai nel radar dell’azienda e gli farai capire che sei estremamente interessato a lavorare con loro.

Anche LinkedIn non fa eccezione: la parte più importante è condividere, esprimere il proprio punto di vista, partecipare alle discussioni, unirsi ai gruppi, seguire le aziende e le persone influenti, commentare le notizie.

Cosa scrivere su LinkedIn se sei disoccupato

cercare lavoro linkedin

Né LinkedIn né la maggior parte dei recruiters amano la parola “disoccupato“: meglio non metterla, perché non offre una buona immagine ed è comunque un’azione che denota passività.

Se ti trovi in questa posizione, decidere cosa scrivere nella propria LinkedIn Bio può essere un dilemma.

Esistono numerosi esempi di persone che sono state licenziate e sono state in grado di ottenere una nuova posizione in pochi giorni dopo aver aggiornato il loro status.

Ecco alcuni dei titoli più interessanti e appropriati per coloro che sono senza lavoro:

  • In cerca di nuove opportunità professionali
  • Consulente Freelance
  • Disponibile a valutare una nuova posizione
  • Professionista nel [tuo settore] disponibile

L’importante è essere onesti, perché è facile per i potenziali datori di lavoro controllare il tuo background prima che ti prendano in considerazione per un lavoro.

Un altro consiglio è di includere la posizione desiderata come ultima esperienza lavorativa: in questo modo non solo potrai inserire informazioni più dettagliate, ma potrai anche decidere di mostrarlo come headline nella tua bio di LinkedIn.

Una cosa da tener presente è che molti reclutatori, sfortunatamente, non vogliono assumere persone che dichiarano “disoccupati” nel loro profilo, ma tendono a privilegiare i candidati che hanno un lavoro.

Se sei preoccupato per questo, prendi in considerazione di inserire la dicitura “Lavoratore autonomo” come posizione attuale.

Linkedin cercare lavoro: cosa fare (in breve)

Ti stai chiedendo se LinkedIn funziona per trovare lavoro?

A mio avviso sì. Metti in pratica i consigli che ti ho dato e poi fammelo sapere!

In questo post abbiamo visto:

  • Come funziona LinkedIn
  • Cosa è LinkedIn
  • Come usare LinkedIn per trovare lavoro
  • Creare profilo LinkedIn ottimizzato al massimo
  • Come trovare lavoro con LinkedIn
  • Come cercare lavoro su LinkedIn
  • Trovare lavoro Linkedin: quali sono le best practice?
  • Cosa scrivere su LinkedIn se sei disoccupato

Fammi sapere se questi consigli ti sono stati utili! 🙂

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 67 Media: 4.8]