Tik-Tok è il fenomeno del momento: ad Agosto ha stabilito un nuovo record, diventando l’app social più scaricata al mondo negli ultimi 30 giorni, superando colossi come Facebook e Instagram.

Classifica App Agosto 2019

Quasi 63 milioni di installazioni in un mese, con un aumento del 6% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Tik-Tok e la Generazione Z

Gli influencer hanno lasciato il segno su Instagram e YouTube. Quasi tutti sono presenti in gran parte su queste piattaforme, dove hanno costruito il loro seguito, ed è corretto pensare che continueranno a presidiare questi social anche nei prossimi mesi.

Ma è anche importante guardare avanti, e anticipare (se possibile) i gusti e le tendenze delle prossime generazioni: insomma, bisogna tener d’occhio i social di tendenza utilizzati dai giovanissimi.

Ed è qui che entra in gioco Tik-Tok.

Tik-Tok è una piattaforma di condivisione video selvaggiamente popolare tra la Generazione Z (così viene chiamata la generazione di ragazzi e ragazze nati dal 1995 in poi) ossia tra i cosiddetti “nativi digitali”.

Nel corso dell’ultimo anno, Tik-Tok è esplosa, con milioni di nuovi utenti ogni mese, il 66% dei quali di età inferiore ai 30 anni.

Che cos’è Tik Tok?

logo tik tokTik-Tok ha iniziato in sordina, come app di condivisione video. All’inizio era abbastanza modesta, come tutte le app alle prime armi.

Dopo aver acquistato una piattaforma più famosa – Musical.ly – entrambe sono state combinate insieme con il nome Tik Tok.

Musical.ly era molto popolare in USA: il luogo ideale per adolescenti poiché permetteva di creare video sincronizzando alla perfezione labiale, danza, karaoke e permettendo di creare persino “duetti” da condividere con gli amici.

Come avviene su YouTube, gli account creati su Tik-Tok sono chiamati canali.

Un canale brandizzato è come il tuo profilo su Instagram e Facebook. È qui che vivono i tuoi video, i contenuti che crei e tutto ciò che ruota attorno alla tua proposta di prodotti o servizi.

Tik Tok come funziona

tik tok app

TikTok si autodefinisce “l’app più popolare al mondo per i video di breve durata”, ma in realtà è molto di più: infatti, include praticamente tutte le caratteristiche di un social media.

I creatori possono condividere video verticali e in loop tra 15 e 60 secondi di lunghezza.

Un ampio toolkit di editing, con una gran varietà di filtri ed effetti, e una vasta libreria musicale, consente agli utenti di sintonizzare e personalizzare i propri contenuti con effetti brillanti, comici, coinvolgenti.

Potrebbe interessarti:  Trovare lavoro con LinkedIn in modo facile e veloce

Una volta registrati su TikTok, cosa è possibile fare? Ecco un riepilogo delle principali cose che puoi fare su TikTok.

Video

Guardare e creare video è fondamentale per l’esperienza TikTok. Video e presentazioni possono essere caricati o creati in-app con registrazione stop e start, timer e altri effetti.

Musica

La vasta libreria musicale di TikTok e l’integrazione con Apple Music è il punto in cui l’applicazione si discosta di più rispetto a tutte le altre piattaforme social.

I creatori possono aggiungere, remixare, salvare e scoprire brani e suoni tramite playlist, video e altro. Secondo Genius, TikTok svolge un ruolo importante nell’aiutare i cantanti a scalare le classifiche con i loro brani.

Montaggio video

Durante la creazione dei post, gli utenti possono applicare filtri visivi, effetti temporali, schermi divisi, transizioni, adesivi, GIF, emoji e altri effetti.

Interazione

Gli utenti di TikTok possono seguire gli account che preferiscono e apprezzare (con il cuoricino), commentare o condividere i video che preferiscono. Video, hashtag, suoni ed effetti possono essere aggiunti alla Sezione Preferiti di un utente.

Denaro virtuale

Una funzione molto importante di TikTok è l’utilizzo di una moneta virtuale che gli utenti possono acquistare per premiare i creatori dei contenuti maggiormente apprezzati.

Diretta streaming

Alcuni creatori hanno la possibilità di effettuare Live su TikTok.

Profili

Oltre a tenere traccia dei follower e degli account seguiti, i profili utente di TikTok mostrano anche quanti cuori ha ricevuto il contenuto. Come su Twitter e Instagram, gli account ufficiali hanno segni di spunta blu. I creatori popolari sono anche designati con segni di spunta arancioni.

I brand notano Tik-Tok

A Marzo 2019 Tik-Tok contava oltre 1,1 miliardi di download.

Non c’è da meravigliarsi se brand e influencer abbiano iniziato ad utilizzare Tik Tok per commercializzare i loro prodotti agli acquirenti della Generazione Z.

Marchi alimentari (Chipotle e The Bailey Bakery), di bellezza come (Fanty Beauty, Mark Anthony e Hero Cosmetics), marchi di abbigliamento (Nike, Guess e Ralph Lauren) hanno tutti creato un proprio spazio sulla piattaforma.

Quei brand che ancora non hanno un profilo su Tik-Tok possono comunque beneficiare di una maggiore visibilità grazie all’apporto degli influencer iscritti a questo social.

Anche Google e Coca-Cola si sono buttati nella mischia, grazie ad un intelligente mix di hashtag, video e personaggi influenti, che ha generato un’ondata di nuovi video da parte degli utenti.

Coinvolgi un influencer su Tik-Tok

Nonostante i numeri impressionanti, TikTok ha ancora grandi margini di crescita. Di conseguenza è importante per un brand capire come sfruttare l’occasione (secondo quel vecchio detto che recita “chi prima arriva…”)

È anche vero che, con tutti i canali social che esistono, aggiungerne un altro alla propria strategia di marketing richiede risorse e disponibilità.

Potrebbe interessarti:  Siamo tutti follower

Come fare, allora? Un’opportunità per i brand viene, ancora una volta, dagli influencer: in attesa di creare dei propri contenuti, diffusi con un vero canale, le aziende possono sfruttare personaggi famosi e popolari per irrompere tra il pubblico.

(Loren Gray, che vedi qui sopra, ha più di 33 milioni di follower su TikTok).

Molti acquirenti della Generazione Z si fidano più delle persone che dei marchi: quindi è probabile che tu ottenga risultati migliori lavorando con personaggi popolari su TikTok.

Non hai la possibilità di raggiungere un personaggio famoso? Nessun problema: i microinfluencer fanno molta “presa” anche qui.

Ne abbiamo già parlato, i microinfluencer sono quei personaggi con un numero di follower nutrito ma non altissimo, che però riescono ad esercitare una notevole influenza sul loro pubblico.

Sicuramente non raggiungeranno numeri da capogiro, ma con ogni probabilità porteranno a casa tassi di coinvolgimento più elevati rispetto alle grandi star.

È più probabile che quei follower facciano un acquisto consigliato da un influencer con un seguito piccolo, ma fedele!

Tik-Tok Marketing

Anche dopo aver creato il tuo canale, gli influencer sono un ottimo modo per continuare a indirizzare il traffico verso il canale del tuo brand.

Un sano mix di contenuti (creati dal marchio e generati dall’influencer) è il modo migliore per informare, divertire e coinvolgere il tuo pubblico.

In qualunque modo tu decida di utilizzare Tik-Tok per il marketing, una cosa deve essere chiara: la creatività è un must.

L’errore più grande che tu possa fare è utilizzare questo social aggiungendolo al mucchio di canali in cui sei già presente: condividere qui gli stessi post che pubblichi altrove è uno spreco di tempo e non ti porterà risultati!

Se vuoi catturare l’attenzione della Generazione Z, devi essere pronto ad andare oltre.

Inoltre, ricorda che la Generazione Z è più scaltra di quella precedente e può individuare un falso a un chilometro di distanza. In poche parole, devi essere autentico.

Se i post creati non soddisfano le aspettative del tuo pubblico, le persone non si fideranno più del tuo marchio. È inutile affidarsi ad un influencer, se lo costringi a fare televendite dei materassi come Mastrota!

Finché le persone da te coinvolte nella produzione di contenuti soddisferanno gli standard del tuo marchio, il mio consiglio è dare loro libero sfogo.

Creatività e autenticità: sono le due parole chiave su cui basare la tua strategia di marketing su TikTok.

[Voti: 23    Media Voto: 4.7/5]