Quella del Community Manager è una delle figure più ricercate tra i lavori 2.0 nati con l’avvento dei social e delle piattaforme digitali.

Sempre più aziende inseriscono in organico un manager in grado di creare, gestire e curare i rapporti all’interno di una community.

La creazione di una vera community online non è un processo facile: si tratta di ecosistemi complessi, che ruotano attorno ad una particolare causa, argomento o interesse comune.

La maggior parte di queste community online sembrano crescere in maniera spontanea e naturale: ma non è sempre così. In realtà si sviluppano anche grazie al lavoro di un Community Manager preparato e impegnato.

In questo post vedremo cosa fa un Community Manager e quali sono le sue caratteristiche.

Community Manager cosa fa

Un Community Manager è una persona coinvolta nella costruzione di una comunità online.

community manager facebook

Come un Social Media Manager, è una figura dedicata alla creazione e alla condivisione di contenuti, ma non solo.

Mentre il SMM “si limita” a queste funzioni, il CM si concentra di più sugli stimoli da fornire alla propria audience per fare in modo che sia quest’ultima a produrre i propri contenuti.

Lavora per trasformare semplici utenti in affezionati ambasciatori del brand, garantendo al tempo stesso il corretto flusso della community (quindi gestendo le crisi, gli umori e così via).

Naturalmente, prima di iniziare nel suo lavoro deve effettuare un’analisi approfondita di:

  • brand attorno al quale si sviluppa la community
  • target dei fan che popolano la community
  • mercato in cui si opera

Community Manager caratteristiche fondamentali

Cosa si chiede, in definitiva, ad un Community Manager?

Per prima cosa l’elaborazione di una strategia efficace, che incoraggi le persone ad interagire le une con le altre e tutte con il brand, per costruire un senso di affinità (che poi è alla base di ogni community).

Per farlo, dovrà giocare su più piani: scrivere e produrre contenuti, diventare un moderatore, poi ancora trasformarsi in un marketer che redige (ad esempio) una campagna di email marketing coinvolgente.

È perciò una figura multi-tasking e sicuramente competente in più discipline.

Le caratteristiche di un Community Manager che si rispetti sono:

  • Eccellenti capacità organizzative
  • Spirito Creativo
  • Ampia curiosità
  • Mente analitica
  • Passione e Lealtà
  • Una gran quantità di pazienza…
  • Comprensione empatica
  • Esperienza nel social media marketing
Potrebbe interessarti:  Facebook, il post perfetto non esiste!

Come si diventa Manager di una community

Social media community

Cominciamo col dire che non esiste un modo giusto o sbagliato per gestire una comunity online. Esistono modi diversi e approcci differenti, ognuno funzionante o meno in base a molte variabili (ritorniamo all’analisi preliminare di qualche riga più su).

Quindi non c’è neanche una “strada maestra” per diventare Community Manager.

Capacità di adattamento, curiosità, predisposizione all’analisi: queste sono le tre aree del comportamento che rendono grande un Community Manager.

Se vuoi diventare manager di una community, non puoi tralasciare questi aspetti fondamentali:

1. Leggi, segui, impara

La prima area su cui devi concentrarti è la formazione: il che non significa ottenere una laurea ad Oxford (e comunque la maggior parte dei CM proviene da facoltà umanistiche) anche se potrebbe rappresentare un ottimo punto di partenza 🙂

Significa approfittare, piuttosto, dei numerosi corsi e programmi di certificazione presenti sulla rete.

Community manager corso online

Io personalmente sono un grande fan di Ninja Academy, che propone ottimi corsi di formazione a vari livelli sia online che in aula, tra cui quello in Social Media Marketing.

Esistono poi moltissimi corsi e webinar gratuiti che è possibile seguire.

In più centinaia di blog e community a cui unirsi per imparare da altri con la nostra stessa passione e obiettivo, per non parlare dei tantissimi libri sull’argomento, scritti da professionisti del settore.

Naturalmente prima di addentrarti in corsi di livello avanzato, devi conoscere le dinamiche che sono alla base del funzionamento dei social.

2. Crea e partecipa ad una tua community

L’unico modo per diventare un buon CM è iniziare a fare da soli: costruendo e partecipando alla vita della propria community.

Questo è il bello: può farlo chiunque.

Sono in molti ad aver iniziato in questo modo, magari moderando un forum o un gruppo.

Quindi non aspettare che ti venga offerto un posto di lavoro per iniziare a costruire una community. Comincia ora. Crea un gruppo su Facebook su qualcosa che ti interessa. Organizza un forum o un evento. Inizia!

3. Partecipa agli eventi (anche come volontario)

Non esiste modo migliore di conoscere le persone che incontrarle dal vivo. È pieno di meetup, conferenze ed eventi sul tema dove puoi formarti e connetterti con altre persone (e con i professionisti, ovviamente).

Partecipa quindi agli eventi, anche come volontario: può sembrarti strano, ma spesso è un’ottima idea per conoscere gli organizzatori dell’evento stesso, costruire solide relazioni e iniziare un percorso professionale.

Potrebbe interessarti:  Quanto costa un Social Media Manager?

4. Trova un Mentor

Mentor online

Usando uno dei metodi elencati sopra non ti sarà difficile conoscere persone che ti ispirano, a cui affidare una parte della tua formazione e da cui “rubacchiare” i segreti del mestiere.

Imparare dalle persone che ne sanno più di noi è sempre un’ottima idea.

Il modo migliore per approcciarsi è fare domande: non aver paura di inviare email chiedendo consigli con le giuste domande sulla costruzione di una community. La maggior parte dei Community Manager professionisti sono sempre disponibili a dare una mano.

Il mentor non dev’essere necessariamente un “guru”: può essere semplicemente una persona competente a cui poter chiedere consigli di tanto in tanto.

Punta alle persone che hanno skills innate, difficili da insegnare: ad esempio empatia, risoluzione delle crisi, flessibilità, pazienza.Sono qualità che difficilmente si apprendono dai libri: chi le ha, parte avvantaggiato.

Sii curioso, creativo e analitico.

Community Manager lavoro (ricerca e annunci)

Dopo aver iniziato il percorso, moderando una tua community, e dopo aver effettuato una formazione di base (corsi, blog, libri, mentor…) potrai cercare lavoro come Community Manager a tutti gli effetti.

Come ho anticipato all’inizio del post, parliamo di una figura ricercata e ambita da molte aziende.

Uno dei modi migliori per trovare lavoro come Community Manager è utilizzare LinkedIn.

Ricerca lavoro Linkedin

Ad esempio cliccando qui accederai ad una pagina di offerte di lavoro da aziende di ogni tipo alla ricerca di una figura come la tua.

Inoltre una buona idea è monitorare la rete e utilizzare i social per visualizzare quali brand fanno uso di community ufficiali e proporsi per la loro gestione.

Community Manager stipendio medio

Come nel caso di ogni professione digitale, la definizione di uno stipendio medio è impresa ardua anche per un Community Manager.

Le variabili da calcolare sono molte, ad esempio il livello di competenza (se Junior o Senior), ma vanno considerate anche il numero delle ore impiegate, la grandezza della community e i compiti richiesti dal datore di lavoro.

Possiamo dire comunque che lo stipendio di un Community Manager parte da un minimo di 15€ l’ora (a salire) e statisticamente si aggira attorno ad un salario medio di 15.000 Euro l’anno, che può variare naturalmente in base alle skills specificate sopra.

[Voti: 45    Media Voto: 4.8/5]